Le origini del progetto

A Casa Lontani da Casa, e l’idea di una rete di accoglienza per i malati, nasce dall’osservazione del fenomeno della mobilità sanitaria.

Si definisce mobilità o migrazione sanitaria il flusso specifico di persone che hanno bisogno di cure e per questa ragione si spostano da un luogo all’altro. La migrazione per ragioni di salute può essere internazionale, interregionale o intraregionale. È un fenomeno piuttosto ampio, che interessa circa 800.000 persone ogni anno, di cui quasi 100.000 mila “migrano” verso la Lombardia. La maggior parte dei pazienti che sceglie un’altra regione per curarsi lo fa nel caso di una patologia di natura oncologica. Il flusso più importante si registra, in Italia, con un vettore che porta da Sud verso Nord, in particolar modo da regioni come Campania, Calabria e Sicilia, e dirette principalmente in Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna. Anche nel caso di mobilità intraregionale spesso sorge la necessità di risolvere il problema del pernottamento, possibilmente vicino all'ospedale, per l'impossibilità di arrivare di prima e/o di rincasare in giornata.

Il fenomeno della migrazione sanitaria implica non solo lo spostamento del paziente verso il luogo prescelto di cura, ma anche lo spostamento di chi accompagna il paziente stesso, in genere un familiare. La necessità di trovare una sistemazione adeguata diventa dunque di prim’ordine, anche dal punto di vista economico: molto spesso i periodi dedicati alle cure e alla degenza sono superiori alle due settimane.

A Casa Lontani da Casa cerca di colmare questa “bolla di bisogno”, offrendo alloggi a costi contenuti e “accompagnando” il paziente nella difficile ricerca di una nuova temporanea casa. 

La migrazione sanitaria coinvolge in particolar modo alcuni poli ospedalieri milanesi, come: Istituto Nazionale dei Tumori di Milano, Istituto Neurologico Besta, Ospedale Niguarda, Ospedale Policlinico, IEO, Humanitas; in Lombardia invece, gli ospedali di riferimento sono: Policlinico San Matteo di Pavia, Spedali Civili di Brescia, Ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. 
 
I primi passi di A Casa Lontani da Casa: scopri le ricerche qui

Download:
Mobilità Sanitaria Identificazione Modello Accoglienza.pdf DOWNLOAD
Il Fenomeno della Mobilità Sanitaria.pdf DOWNLOAD
Diverse Tipologie di Case di Accoglienza.pdf DOWNLOAD
ACLDC_Percorso Progettuale.pdf DOWNLOAD
ALLEGATI.pdf DOWNLOAD