Novità

4 novembre 2021 Una nuova speranza per Antonio

Antonio, da questa primavera, è ospite di un alloggio solidale che fa parte di A Casa Lontani Da Casa.

Era in attesa di trapianto di polmoni a causa di una fibrosi polmonare e finalmente, a fine settembre 2021, è stato sottoposto all’intervento. Nonostante l’operazione sia andata bene, Antonio dovrà restare a Milano per le cure ancora diversi mesi.

A Casa Lontani Da Casa continua a supportarlo in questi difficili momenti, offrendogli accoglienza, contribuendo al soggiorno con un aiuto economico, servizi gratuiti e sostegno psicologico.

La figlia di Antonio, Ilenia, ci ha raccontato come è stato ricevere la notizia dell’intervento:

“Il sollievo è stato enorme, papà era arrivato al limite: l’ossigeno non bastava più, faceva fatica a fare anche le cose più piccole…

Era domenica sera quando mio papà mi ha chiamata per dirmi che entro due ore avrebbe avuto la conferma del trapianto. I polmoni hanno un’autonomia limitata, quindi dovevo capire come organizzare l’accompagnamento. Ho chiamato i medici del Policlinico di Milano (dove Antonio era in cura, NDR), che mi hanno detto che avrei dovuto portarlo in ospedale immediatamente, ma io mi trovavo in Toscana, dove vivo, quindi hanno suggerito il trasporto in ambulanza.

È stato complicato perché al centralino del 118 risultava una chiamata dalla Toscana per un paziente di Milano con residenza in Molise: inizialmente pensavano fosse uno scherzo! Ho dovuto raccontare tutta la storia e alla fine sono andati a prenderlo”.

Sei riuscita a vederlo prima dell’intervento? Come stava?

“Purtroppo non ho fatto in tempo a salutarlo… Sono partita alle 4 di notte e alle 7.30 ho raggiunto il Policlinico ma lo avevano già portato in chirurgia per le pratiche preoperatorie.”

L’attesa deve essere stata straziante.

“Ero molto in ansia sia per l’intervento che per non averlo salutato.

L’operazione è durata circa dieci di ore: per fortuna i ragazzi della Casa di Accoglienza mi hanno tenuto compagnia e mi hanno aiutata a passare il tempo. Verso le 23.00 mi ha chiamato il chirurgo per dirmi che l’intervento era andato bene e che i polmoni del donatore erano perfetti. Non sappiamo naturalmente chi fosse il donatore, ma a lui e alla sua famiglia va tutta la nostra gratitudine.”

Come è andata dopo l’intervento?

"Il post-operatorio è stato stressante perché per due settimane papà è rimasto in terapia intensiva, intubato. Non riuscivano a svegliarlo perché il suo cuore era molto affaticato. Poi una mattina si è svegliato, nessuno ha capito come sia successo ma è successo. Quando ci siamo rivisti è stato commovente ma anche difficile: la terapia intensiva, per chi come me non l’aveva mai vista, è un luogo impressionante, ad alto impatto emotivo. Mi sono preoccupata di trasmettere positività a mio padre, quindi ho dovuto stringere i denti.”

Ora finalmente Antonio è stato dimesso.

“È stata dura, è successo tutto in fretta. Sapevo che mi sarei dovuta occupare della gestione post-operatoria, di trovare una persona qualificata, un assistente familiare per aiutare mio padre in tutte le sue necessità. Nel giro di una settimana da quando lo hanno spostato in reparto è stato dimesso. Mi hanno consegnato una busta piena di medicinali e sono andata nel panico: papà non è autosufficiente, la gestione dei farmaci è complicata. Dobbiamo anche stare molto attenti perché ora il suo sistema immunitario è molto indebolito."

Adesso come sta?

“Si sta ancora riprendendo dall’operazione, non è ancora autosufficiente ma è sveglio e vigile.

La paura c’è, le emozioni sono molte e sono forti ma l’importante è che papà stia bene e si riprenda, giorno per giorno.”


Questo trapianto è stato un lieto inizio, una nuova speranza per Antonio e la sua famiglia, che finalmente possono tirare un sospiro di sollievo dopo anni di malattia. Dopo un intervento così delicato le incertezze sono ancora molte. A Casa Lontani Da casa resterà al loro fianco per fornire tutto l’appoggio di cui avranno bisogno, con il grande augurio che la convalescenza si concluda per il meglio.

Condividi

Commenti (0)
Nessun commento.
Per lasciare un commento devi essere registrato.